Smaltimento di piccoli quantitativi di materiali contenenti amianto

Il servizio di ritiro di piccoli quantitativi di materiali in cemento amianto

I cittadini che hanno la necessità di smaltire piccoli manufatti, di origine domestica, contenenti amianto (ad esempio serbatoi con capacità massima di 500 litri e canne fumarie fino a 300 kg) oppure lastre di copertura e piastrelle viniliche di modica quantità (fino ad un massimo di 30 metri quadrati) possono usufruire del servizio offerto dal Comune di Montevarchi, in accordo con il gestore del servizio di igiene urbana SEI Toscana, in base al quale gli operatori della stessa Società provvedono al ritiro, al trasporto e allo smaltimento a norma di legge dei manufatti stessi.

 

Chi può fruire del servizio?

Il servizio è finalizzato esclusivamente al ritiro di rifiuti in cemento amianto (MCA) prodotti da privati cittadini utenti del servizio TARI (residenti e non) e ne sono pertanto escluse le imprese, le società ed in generale tutti gli organismi del settore produttivo (vedi allegato 2).

 

Come si attiva il servizio?

Il privato cittadino che vuole rimuovere e smaltire i rifiuti contenenti MCA deve presentare al Comune di Montevarchi apposita domanda utilizzando il “MODELLO PER LA RICHIESTA DI SMALTIMENTO PICCOLI QUANTITATIVI DI MATERIALI IN CEMENTO AMIANTO” (vedi allegato 3).

Il modulo può essere trasmesso con le seguenti modalità:

  1. tramite PEC all'indirizzo comune.montevarchi@postacert.toscana.it ;
  2. a mano presso l’ufficio “InComune” di via dei Mille n.7;
  3. mediante il servizio postale.

Al modulo deve essere allegata anche:

  1. copia di un documento di identità;
  2. documentazione fotografica dei materiali oggetto della richiesta.

 

Come viene accertata l’ammissibilità della richiesta?

Il Comune, verificata l'ammissibilità della domanda (articoli 1 e 2 dell’allegato 2) e la regolarità dei pagamenti TARI, trasmette la domanda a SEI Toscana (vedi allegato 2).

SEI Toscana, appena acquisito un elenco di almeno 5 domande ammissibili, provvede:

  • a comunicare all’utente le modalità di consegna del kit necessario al confezionamento del rifiuto;
  • a notificare l’attività di smaltimento nel sistema SISPC nelle modalità definite dal regolamento della Regione Toscana.

 

Come si effettua lo smaltimento?

L’utente, una volta ricevuto il kit, procederà alla preparazione e confezionamento del rifiuto secondo le disposizioni delle “ISTRUZIONI OPERATIVE, ATTREZZATURE E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE PERSONALE” redatte da SEI Toscana (vedi allegato 1).

A fine lavori l’utente deve trasmettere a SEI Toscana, e per conoscenza al Comune di Montevarchi, la “COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI” a cui dovrà essere allegata una documentazione fotografica del materiale perfettamente confezionato e contrassegnato da idonea identificazione come prescritto dalla Legge.

SEI Toscana procederà a comunicare all’utente la data e le modalità di ritiro.

L’utente dovrà depositare i rifiuti preventivamente confezionati a terra ed in un luogo facilmente accessibile dai mezzi di trasporto della ditta incaricata del ritiro.

La ditta incaricata del trasporto verificherà il corretto confezionamento e l’integrità del contenitore. Nel caso in cui il trasportatore rilevi che il materiale non è stato adeguatamente confezionato, il ritiro non sarà eseguito, dandone comunicazione al Comune.

Il materiale confezionato e verificato sarà caricato sul mezzo della ditta la quale, una volta espletati gli adempimenti amministrativi previsti (compilazione formulario, ecc...), si avvierà all’impianto di destinazione.

Il formulario sarà intestato al cittadino, in qualità di produttore del rifiuto.

Il trasportatore fornirà una copia del formulario all’utente, che è tenuto alla conservazione del di questo documento per cinque anni.


Quanto costa il servizio?

Il kit e gli oneri di notifica sono gratuiti.

Restano a carico dell’utente le seguenti spese:

  • oneri di smaltimento pari a €/kg 0,50 + IVA per manufatti MCA in lastre;
  • oneri di smaltimento pari a €/kg 0,87 + IVA per manufatti MCA voluminosi (serbatoi, canne fumarie, ecc…);
  • costi di prelievo a domicilio e trasporto in impianto autorizzato;
  • eventuali spese aggiuntive dovute (a titolo di esempio) a incompleta verniciatura dei manufatti, peso eccessivo riscontrato in impianto rispetto ai quantitativi dichiarati, impossibilità di accedere al pacco confezionato con i mezzi d’opera.

Le spese suddette verranno fatturata da SEI Toscana direttamente a carico dell’utente.

Guarda il Video tutorial di 6Toscana

Data di creazione: 28/10/2020
Data di ultima modifica: 04/11/2020

Documenti allegati
Documenti allegati
ALLEGATO 1 - ISTRUZIONI OPERATIVE 28/10/2020 (3671.18 KB)
ALLEGATO 2 - DISCIPLINARE 28/10/2020 (595.64 KB)
ALLEGATO 3 - MODULO DI RISCHIESTA 28/10/2020 (618.63 KB)
Torna all'inizio del contenuto