Consorzio di bonifica N. 2 Alto Valdarno

Il Consorzio, il cui comprensorio è definito con riferimento ai bacini idrografici dalla legge regionale n. 79/2012, garantisce un efficace presidio territoriale, coordinando interventi pubblici e privati per la difesa del suolo, la regolazione delle acque, l’irrigazione e la salvaguardia ambientale.


In particolare il Consorzio si occupa della prevenzione del rischio idraulico sui corsi d’acqua ricadenti nel comprensorio attraverso la manutenzione e l’esercizio delle opere di bonifica, nonché la manutenzione delle opere idrauliche nei corsi d’acqua naturali, azioni di monitoraggio ambientale e la stretta collaborazione con gli Enti competenti. I corsi d’acqua che competono al Consorzio sono quelli inseriti nel reticolo regionale attivo, consultabile a questa pagina.

Le attività del Consorzio ricadono su un territorio di 54 Comuni suddivisi su tre provincie  (Arezzo, Siena e Firenze) - per una superficie di centinaia di migliaia di ettari di estensione. Fanno parte del Consorzio quasi 200 mila consorziati.

Per garantire le risorse necessarie alla manutenzione ordinaria e alla gestione delle opere, il Consorzio di bonifica emette un tributo sugli immobili consorziati urbani ed agricoli, che traggono beneficio dall'attività dell'ente. Il Comune interviene nella fase di concertazione degli interventi di manutenzione ordinaria e programmata, individuando i tratti dei corsi d’acqua classificati da inserire nei cronoprogrammi annuali.

Per informazioni relative agli avvisi e alle cartelle è attivo il Call Center 0575-551180 dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

Gli uffici della sede consortile di Arezzo in via E. Rossi 2/L sono aperti nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

Per maggiori informazioni visita il sito Internet del Consorzio 2 Alto Valdarno.

 

Data di creazione: 20/08/2020
Data di ultima modifica: 20/08/2020

Torna all'inizio del contenuto